L’EQUILIBRIO DELL’ELEFANTE – Enrico Nascimbeni

Il senso di colpa. Ce lo propinano poco dopo la nascita. Noi lo coltiviamo tutta la vita come un orto che non amiamo ma che non possiamo fare a meno di tenere vivo. Potevo fare questo. Dovevo fare quello. Quella volta che non ho fatto o detto. Uno pensa che col passare degli anni magari passa. Ma sbaglia. Il senso di colpa si dilata in mille sfaccettature nella nostra mente. Sicuramente una morale cattolica anche inconscia non aiuta. A volte cerchiamo di pensare che dovevamo dire e fare così. Cerchiamo la salvezza da questa pianta di rovi che vegeta nell’anima. Ma poi. Basta anche una stupida frase detta in un momento di rabbia-paura ed ecco subito dopo ritornale l’amico senso di colpa.
La via d’uscita? Non c’è. Forse l’oblio senile ci potrà aiutare. Il che è davvero deprimente

Lascia una recensione

4 Commenti on "L’EQUILIBRIO DELL’ELEFANTE – Enrico Nascimbeni"

Notificami
avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
mina sacristani
Ospite

mi piacciono le tue parole che mi hanno fatto pensare al traguardo raggiunto dell’oblio senile …. mi preoccupa l’età ma ,cmq sia , è l’elefante che mi consola nel raggiungimento dell’equilibrio ,non tanto fisico perchè son reduce da più cadute ma interiore che non mi permette di essere deprimente ! Grazie Enrico ,sono grata di leggere ciò che scrivi ora che ho un pò di tempo essendo in mutua …..per una caduta !!!! ciao e buona o non buona giornata (vedi tu )

Andrea Buccella
Ospite

Il dannato senso di colpa… È da tutta la vita che ci combatto… E lo farò fino alla fine per non incrementarlo con la resa di quest’ultima resa!!!

Angela
Ospite

Il senso di colpa non passa mai, si può solo attutire il dolore che lo ha accompagnato tutta la vita.

wpDiscuz