DATE DEI NAZISTI AGLI EBREI DELLA BRIGATA EBRAICA? NO I NAZISTI SIETE VOI CHE LO FATE – Achille Saletti e Marina Morpurgo

Achille Saletti

Questa e’ stata la mia ultima manifestazione del 25 aprile. sono nauseato dal tentativo di trasformare questa festa, che e’ la più importante festa del paese, in una gazzarra di cui si perdono I contorni e si distorce la memoria. E’ festa di un popolo che si ritrova in specifici valori. nati e condivisi a seguito di una tragedia di proporzioni uniche e annichilenti. oltre ai partigiani, ai combattenti, quindi,pieno titolo alla partecipazione lo hanno rappresentanze politiche e sindacali italiane che, su quei valori hanno costruito la loro identità. ma da anni, a loro, si sono uniti corpi estranei come l’associazione Boicotta Israele e una parte di associazionismo la cui presenza mi sfugge; Emergency o i City angels e altre sigle che valore aggiungono a quella memoria? Perché devono partecipare in quanto organizzazione e non come somma di cittadini? Cosa c’entrano? loro come altri, si intenda. Vorrei solo un giorno in cui si esercita la memoria in relazione alla storia. non un giorno in cui si festeggiano dimensioni diverse in nome e per conto della proprie opinioni, credi, proiezioni.

Marina Morpurgo
Questo scrivevo nel 2015 .

Era stata una bella manifestazione fino all’imbocco di piazza san Babila, tanti simpatizzanti, applausi alla Brigata Ebraica. Era stato fatto di tutto per non provocare e infatti si è andati avanti serenamente, in alcuni momenti le bandiere della Brigata vicine a quelle palestinesi, senza alcuna frizione. Ero con amici, ebrei e non, cani sciolti di tanti partiti.
E poi le forche caudine.
Io dico la verità, l’idea di dovermi infilare in una strettoia protetta da un doppio cordone di polizia e del servizio d’ordine del PD (grazie: non vi voterò lo stesso, però grazie di cuore per l’aiuto di oggi), mentre ti gridano “troia, assassina, vattene” mi da semplicemente il voltastomaco. È stata una scena nauseante vedere quelle facce grondanti di odio accanirsi su uno spezzone tranquillissimo che sventolava le bandiere della Brigata, e cantava “Bella Ciao” e “Fischia il vento”. In quello spezzone di corteo c’era tanta gente che conosco, e le cui famiglie hanno pagato pesanti tributi, durante la guerra. C’erano degli anziani che camminavano con il bastone, e giovanissimi scout socialisti.
Se c’era qualcuno fuori posto nel corteo del 25 aprile erano i troppi appostati in piazza san Babila. Che avranno le magliette del Che e i drappi rossi, ma restano quello che sono: dei fascisti accidentalmente in transito dove non dovrebbero stare.
Grazie a chi c’era, e si è incazzato con me.
Grazie a chi mi ha trascinata via prima che arrivassi alle sberle.

Lascia una recensione

1 Comment on "DATE DEI NAZISTI AGLI EBREI DELLA BRIGATA EBRAICA? NO I NAZISTI SIETE VOI CHE LO FATE – Achille Saletti e Marina Morpurgo"

Notificami
avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
fabrizio.ibba@gmail.com
Member
fabrizio.ibba@gmail.com
dice bene Achille:_ Vorrei solo un giorno in cui si esercita la memoria in relazione alla storia. non un giorno in cui si festeggiano dimensioni diverse in nome e per conto della proprie opinioni, credi, proiezioni. E’ la Storia che ci insegna, e se la si raccontasse con dovizia e verità (almeno per quello che si conosce) si capirebbe l’immane cazzata (perdonatemi il francesismo) di dare ai componenti e alle bandiere della Brigata Ebraica il triste e nero epiteto di fascista. Tutto questo, per cosa? perchè Israele non restituisce i territori occupati? E cosa centrano i Volontari della Brigata che… Leggi il resto »
wpDiscuz