BEL CONCERTONE DEL CAZZO – Enrico Nascimbeni

Poche parole da addetto ai lavori sul concertone del Primo Maggio . Il nulla. Dilettanti stonati Impianto voci pessimo. Canzoni a dir poco imbarazzanti. Una caterva di “Ciao Roma” e “Su le mani”. Irritanti e fuori luogo. Mi spiace ma non salvo nessuno. E dico nessuno. Perché chi è un professionista fiuta il pacco ed evita di mischiarsi al disordinato vocio in musica. Chissà quanto è costato tutto sto bordello di Piazza San Giovanni andato in onda in diretta su Rai 3. Come ogni anno.

Si ok largo ai giovani. Ma questi giovani fanno schifo. Musicalmente parlando. Minchia fanno rimpiangere Amici il che è tutto dire.

Il tutto “protetto” dalle vicende dei migranti e dalle bandiere rosse. Eh no. Non è valido.

Ho detto che sarò breve e lo sarò. Voci scomposte, stonate e ignoranti (di musica). Questo è quello che ho sentito. Ho perso la musica. Ma tanto la musica ancora per molti non è un lavoro ma un hobby. E il concertino del Primo Maggio purtroppo lo ha dimostrato. Dilettanti da karaoke allo sbaraglio.

Questi son quelli che credono che l’Internazionale sia una squadra di Milano. Non l’inno dei Lavoratori. Amen.

Lascia una recensione

2 Commenti on "BEL CONCERTONE DEL CAZZO – Enrico Nascimbeni"

Notificami
avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Daniela
Ospite
Il problema è che per il semplice fatto che con internet chiunque può scrivere, chiunque scrive. Questa non è una recensione di un concerto. È un insulto e nient’altro. Diciamo che se il compito degli artisti sul palco è stato svolto da sei (e io non credo), il compito di chi ha recensito è stato da due: approssimativo, offensivo, volgare (pure nel titolo), omogeneizzante (come fosse possibile mettere nello stesso calderone Teresa De Suo, I Ladri di Carrozzelle, gli Editors, Motta (per per altro ha suonato benissimo, e a dirlo non sono recensionisti a caso ma musicisti che suonano da… Leggi il resto »
wpDiscuz