IL RISCATTO DEI 5 STELLE… SE LA PRENDONO COI ROM – Stefano Pazzaglia

Dopo la sconfitta alle amministrative e la pessima figura fatta con la legge elettorale il m5s cerca riscossa. Come fare per riprendere consensi? Negli uffici della Casaleggio e associati, pensatoio del movimento, dopo frenetiche telefonate tra Roma e Genova è scoccata la scintilla. Pare che “il figlio” si sia alzato in piedi e abbia gridato: “Eureka! Semplice, prendiamocela con i più odiati dagli italiani, immigrati e Rom, funziona sempre” Così la Sindaca Raggi ha preso carta e penna e ha scritto al prefetto Paola Basilone denunciando la “forte presenza migratoria e il continuo flusso di cittadini stranieri”, proseguendo “serve una moratoria sui nuovi arrivi in città”. Conclude perentoria “trovo impossibile, oltre che rischioso ipotizzare ulteriori strutture di accoglienza, peraltro di rilevante impatto e consistenza numerica sul territorio comunale”. Di Maio ha elogiato l’operato della Sindaca e con lui la Meloni che però aggiunge “lo avrei fatto un anno prima”. Beppe Grillo ha subito rilanciato dal suo blog ( ma è suo o non è suo? Mah ) “Chiusura dei campi rom, censimento di tutte le aree abusive e le tendopoli. Chi si dichiara senza reddito e gira con auto di lusso è fuori. Chi chiede soldi in metropolitana, magari con minorenni al seguito, è fuori.” ” Basta adesso ci penso io, fidatevi di me” ma questo pare averlo solo pensato. Il movimento vira a destra, deciso, sui temi cari a Ruspa Salvini, alla Meloni e compagnia briscola. Dopo la figuraccia di Bonafede, incalzato da Nicola Porro, che ha prodotto una delle teorie economiche più bislacche della storia dell’umanità e la fine della spinta assistenzialpopulista dei redditi e del lavoro come fossero bruscolini, di cui anche i più fedeli pentastellati cominciano a dubitare, ai grillini non resta che prendersela con i più deboli. Certamente la questione migranti è un problema che non deve essere sottovalutato. A mio avviso è percepito dalla gente in modo esagerato rispetto alla reale dimensione e i numeri lo confermano. E questa politica ne è responsabile con i suoi toni sempre allarmistici. I migranti ospitati in strutture di Roma e provincia sono 8600 in un bacino di circa 2,5 milioni di abitanti. Quindi lo 0,34%, se la matematica non è un’opinione.

Fonti: i virgolettati di Raggi, Grillo e Meloni e i dati sono tratti da un articolo di Brunella Bolloli su Libero quotidiano.it del 14/06/17

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz