CALABRESI PERCHE’ DA’ DEL TU A DE BENEDETTI? – Fabio Cavalera

Vedo sul sito internet di Repubblica che il direttore Calabresi intervista il suo editore De Benedetti. E ascolto. «Ti chiedo Carlo…». Sorrisi compiaciuti e compiacenti.
Ecco, quando un direttore da’ del tu al “suo” editore, quando vi è questa supina familiarità abbiamo la testimonianza della ipocrisia del presunto giornalismo progressista e libero.
Sarò vecchia maniera ma credo che i giornalisti di una testata, a cominciare dal direttore, debbano restare molto distanti dalla proprietà. Altrimenti, il sospetto che siano designati e scelti per la loro familiare passività diventa qualcosa di molto serio e vero.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz