CARI COMPAGNI SESSISTI INCONSAPEVOLI – Ingrid Salvini

Ci sono uomini che, per il solo fatto d’essere tali, pensano d’aver acquisito il diritto inalienabile alla conquista di qualsiasi donna.
Uomini che non conoscono il significato delle parole rispetto e lealtà. Uomini che fanno della falsa amicizia la loro arma per carpire i momenti di debolezza di una persona e giocare con i suoi sentimenti di amicizia invece sincera.
Ci sono uomini che non concepiscono la legittimità di un rifiuto semplicemente perché, affetti da delirio di machismo, considerano la donna un puro oggetto di conquista, un trofeo da annoverare tra i loro successi o da esibire davanti allo specchio delle loro coscienze annebbiate per sentirsi all’altezza del ruolo di cacciatori che la natura ha riservato loro, chiaramente in un’ottica primordiale dei rapporti tra i sessi.
Ci sono uomini di cui pensi d’esserti liberata per sempre attraverso un netto e legittimo rifiuto, ma che a distanza di mesi riemergono dalle fogne metaforiche in cui li hai collocati perché fanno della calunnia sotterranea la loro meschina vendetta, calunnia ancor più grave se atta a instillare negli altri dubbi sulla coerenza d’idee di una persona e sulla sua sincerità. Uomini che esercitano una violenza psicologica talmente dolorosa che non meritano di definirsi compagni perché il concetto di diritto alla conquista di una donna è un concetto prettamente maschilista e fascista.
Ci sono però donne come me che vedono in un uomo una persona e non per forza un maschio, donne che, considerandosi individui senzienti e non oggetti, vogliono continuare a esercitare il diritto al rifiuto. Donne che prima o poi impareranno a capire che troppo spesso la fiducia è mal riposta in persone di una meschinità imbarazzante.

Lascia una recensione

1 Comment on "CARI COMPAGNI SESSISTI INCONSAPEVOLI – Ingrid Salvini"

Notificami
avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Zecca
Ospite

Finte Zecche

wpDiscuz