LA CULTURA NON DEVE ESSERE POLITICAMENTE CORRETTA – Giuseppe Valditara

Trovo bellissima questa frase di Martin Luther King: “Io ho un sogno, che i miei quattro bambini vivranno un giorno in una nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per il loro carattere“.

È bella per tre motivi:

  1.  è il manifesto dell’antirazzismo;
  2.  non rifiuta il giudizio sull’uomo e dunque il principio di responsabilità;
  3.  rigetta il relativismo.

Ma allora perché si ha paura a giudicare le culture? Le culture non sono affatto tutte uguali. Ce ne sono di più e meno evolute, di pacifiche e di aggressive, di nobili e di ignobili. Io mi rifiuto, per esempio, di considerare equivalenti la cultura degli egiziani della chora con quella degli egiziani di Alessandria o quella di chi viveva in capanne di fango con quella di chi costruiva acquedotti e strade. Per millenni le civiltà sono progredite proprio grazie alla consapevolezza di questa differenza.
La smettiamo dunque di impedire il progresso materiale e spirituale in nome di cazzate politicamente corrette?

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz