QUANDO UN GIORNALISTA SUI SOCIAL PUR DI ATTACCARE LA BOLDRINI INSULTA I MORTI DI BARCELLONA – Enrico Nascimbeni

E’ una onorata carriera quella di Paolo Giordano, critico musicale de Il Giornale. Ha cominciato bene. Nel 1999 pare sia stato il primo giornalista dell’occidente ad entrare a Kabul dopo l’embargo dell’Onu. Così recita Wikipedia. Dal 2000 è inviato in pianta stabile al Festival di Sanremo. Ogni tanto viene intervistato dalla tivvvvvu. E’ stato nella corte di Amici per qualche anno poi non c’è stato più. Ha scritto con altri un libro importante sul caso Moro.
Ieri su Facebook dopo l’attentato di Barcellona ha fatto un post. “La Boldrini è attesa sulla rambla”. Non capisco cosa volesse dire esattamente o lo capisco e faccio finta di non capire. Sicuramente ha scritto una indegna stronzata. Per attaccare Laura Boldini, per attaccare una donna, per attaccare il Pd, ha messo di mezzo dei morti ammazzati dai terroristi. Compreso un italiano. Non so se si è reso conto. Il post ancora c’è. Temo non si sia reso conto. Delle scuse non ne leggo. No non si è reso conto. Che dire di lui? Nulla. O quasi nulla. E’ stato sottile come un obeso. Pungente come un’unghia rosicchiata. Empatico come un ultrà della curva sud. Insomma “Mi (gli) è scattata l’ignoranza” come disse a un fine partita Rino Gattuso. Non lo giudico. Mi sia consentito un totale dissenso. E una punta di disprezzo. Altre parole, per quanto mi riguarda, non merita.

Lascia una recensione

1 Comment on "QUANDO UN GIORNALISTA SUI SOCIAL PUR DI ATTACCARE LA BOLDRINI INSULTA I MORTI DI BARCELLONA – Enrico Nascimbeni"

Notificami
avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Giuseppe
Ospite

Il Giornale è quel quotidiano che normalmente ritengo di aver già letto il giorno prima…
Giordano poi chi lo leggerà mai? Penso che conti meno di zero, quindi è innocuo

wpDiscuz