DA QUANDO NON C’E’ PIU’ MIA MOGLIE – Giulio Nascimbeni

Dopo che mia moglie Carla se ne è andata, vivo le giornate nel mio studio , aspettando che il telefono suoni. E in uno stato di dolore e irrazionalità spero in uno squillo e che la voce dall’altro capo della cornetta sia la sua. Anche se la sua voce la sento tutto il giorno. E solo sonni agitati mi concedono una tregua. Un armistizio. Che ha l’amaro sapore di una sigaretta accesa distrattamente dalla parte del filtro.

Foto di copertina – Marilena Mura

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz