“SENZA MAI PERDERE LA TENEREZZA” – Pat Vetti e Enrico Nascimbeni

Ieri mi è capitato un fatto molto personale che condivido con voi. Ho incontrato l’altra parte di me. Quella parte troppo spesso oscurata e dimenticata. La tenerezza e l’ascolto. Contrapposta al mio essere sempre contro tutto e tutti e alle mie risposte a volte sgarbate e impulsive. Che altro non sono se non una corazza per difendere la mia parte fragile. Fragilissima. Una corazza che mi ha sempre fatto apparire arrogante e strafottente. Ma ieri, come stavo dicendo, ho ritrovato dopo anni e anni la mia tenerezza. E adesso ci devo fare i conti. Devo integrarla e non lasciarla più sola. Per non perdermi di vista. E con me gli altri.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz