FACEBOOK VUOLE “UCCIDERE” LERCIO… NOI STIAMO DALLA PARTE DI LERCIO – Annarita Cusano

C’è chi vince c’è chi perde, Lercio balla sulle segnalazioni.

Cosa sta succedendo alla pagina di Lercio? (Lo abbiamo chiesto a Stefano Pisani, uno degli autori storici di Lercio. )

La pagina di Facebook di Lercio ha perso visibilità. Si suppone che ci sia stato un contributo dei novax, a seguito del post su Burioni ritenuto per vero e segnalato come bufala. Stefano Pisani parlaci di te Sono uno degli autori di Lercio.it, presente dalla prima ora (2012) . In redazione siamo circa 40, con ruoli differenti. Lercio è online da ottobre 2012, io sono tra quelli della prima ora.

Lercio in passato ha avuto problemi di censura o di visibilità?

In passato Facebook ha censurato alcuni nostri post, intimandocene la rimozione (ovvero: rimuovendo il post e poi chiedendoci: “Sei d’accordo, VERO???”) ma quegli episodi riguardavano parole o immagini che, secondo la sua policy non erano autorizzate. E fin qui ci può stare, suo il campo sue le regole. Anche se è comunque spiacevole.

Cosa sta succedendo alla pagina di Lercio adesso?

Attualmente, la nostra pagina ha visto abbassare notevolmente la sua “portata”, ossia i nostri post sono visibili, nella home, solo a uno sparuto numero di fortunati. Questo implica che post che prima totalizzavano in scioltezza migliaia di like, oggi hanno un numero di pollici che supera a stento stento il numero degli elettori di Alfano. Siamo ancora nel regno delle ipotesi (abbiamo chiesto udienza personale a Zuckerberg) ma crediamo che questa tragedia sia stata causata da un equivoco: Facebook, spinto dalle segnalazioni di una massa di str… ehm di persone che si sono confuse, ha creduto che fossimo una pagina di bufale, di fake news destabilizzanti e ha applicato a Lercio quel giro di vite che, invece, andrebbe destinato ad altre pagine malevole e intenzionalmente mistificatorie. Ora, considerando che non so cosa ho detto di preciso, concluderei dicendo che Lercio non fa bufale, fa satira (o tenta di farla, mettiamola così) e non merita punizioni. JeSuisLercio, Siiiiilo anche tu.

Lascia una recensione

3 Commenti on "FACEBOOK VUOLE “UCCIDERE” LERCIO… NOI STIAMO DALLA PARTE DI LERCIO – Annarita Cusano"

Notificami
avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Mario Bucci
Ospite

Grandi Lercio! Anch’io suppongo siano stati i no-vax, non conosco gente più stupida.

Roberto
Ospite

A volte Facebook pratica proprio delle misure assurde in fatto di censura

orazio marco scamporrino
Ospite

Peccato che non solo loro a avere perso visibilità ma tutte le pagine che avevano un grande rilevanza con traffico di utenti , questo solo per spingere gli amministratori a investire economicamente nella pubblicità all’interno di facebook per spingere i vari post.

wpDiscuz