LA BALLATA DELLO SGORBIO – di Danilo Cannizzaro

Non so quanto tempo godettero quelli
a darmi legnate e infierire. Perché..?
Ricordo però molto bene: alla nuca
un forte dolore, e poi d’improvviso
la calma soave, atterrar nella buca
dov’io mi trovavo… com’in paradiso.
Distinsi una bella e gradita canzone
(se pur con un solo orecchio soltanto:)
le note soavi d’un grosso trombone
e di fisarmonica splendido canto.
Così fu la prima (e non unica volta)
ch’io presi coraggio a volar tutt’intorno
pei campi odorosi di pace e di molta
celeste armonia che inonda il mio giorno.
Da allora mi sono abituato per bene
a volare durante il mio dolce torpore,
e non vedo l’ora di lasciar le mie pene
sebbene mi resti soltanto un dolore:
il mio scarso Cirì (delicato topino)
seguir non mi può, e salire mi vede
tra i cirri e le nubi, finché il suo capino
lui scrolla tremante fissando la sede
in cui m’allontano andando più in su.

 

E vado. Su. Su, su. Nel cielo, su.
(Che non è notte e non è giorno, ma è: su).
Lontano, lontano da ogni sentimento,
lontano, lontano da ogni riflessione.
Lontano da dove, lontano da quando.
Su, vicino al nulla, più bello di tutto, più bello del mondo, migliore di me.
Mi guardo dintorno e la morte non c’è. Lei resta per terra, invidiosa perché
non può più inseguirmi fin là sulla soglia
del niente protetto dal vuoto, difeso da un dio
che è anch’esso nessuno, ma vero e potente
non come quell’Altro, sbadato e pedante
di cui non c’è più alcun bisogno nel niente
cosparso d’assenza, privato persino
del tanto d’affanno, miseria e dolenza
del quale ogni vivo non può fare senza.

Su.

 

Soltanto una spina ferisce il mio cuore

nel nulla beato, nel niente più pieno:

ed è che il mio amico, (quel breve compagno)

non possa viaggiare, leggero com’è,

rullare al mio fianco, planare al risveglio

del sonno profondo, che è poi per me

la vita più giusta e più degna poiché

nessuno conosco che abbia diritto

maggiore del mio d’abitar quella terra,

quel luogo perfetto, giardino di pace

da tutti evitato. Non certo, da me.

 

 

 

 

 

 

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz