“HO SCELTO DI SBAGLIARE” – di Enrico Nascimbeni

Le mani sporche di cioccolata. La cioccolata sporca delle mie mani. Tra cacao e filosofia da quattro soldi. E. Scrisse… «Ho letto il libro di Boris Pasternak. Oggi pomeriggio ti porto con mamma in centro». E andammo al cinema Manzoni di Milano. A vedere Il dottor Zivago. Era una domenica pomeriggio. Così conobbi Omar Sharif e Julie Christie. Che bella che era. E pure lui. Due le scene che ricordo. La casa avvolta dal ghiaccio. E il finale. Lui che la vede dal tram. Finalmente la vede ma… Il suo cuore cede. Ricordo anche la bomboniera Algida che mi mangiai. Lusso di una domenica pomeriggio. Ricordo che mia mamma si commosse durante i titoli di coda. Mio papà pure. Ma gli occhiali salvavano le sue lacrime da sguardi indiscreti. Ho sempre odiato quando finisce un film. E soprattutto i titoli di coda e la parola Fine. Ci può essere pure la più bella musica del mondo. Ma sempre titoli di coda sono. E per paradosso. Si accendono le luci del cinematografo. Si esce tutti in fila. Commentando o in silenzio. Si esce. Di scena.

Quanto tempo mi resta? Per imparare a stirare e stupirti? Per ascoltare chi non ho voglia di ascoltare? Per dire alla mia analista che Freud per me era una immensa testa di cazzo? Per abbracciare uno che è arrivato dal Mediterraneo e chiedergli scusa? Per fottere una banca e scappare senza sentirmi in colpa? Per dare del pane alle stelle affinché lo inzuppino nella Via Lattea? Quanto tempo mi resta? Per dire tutta la verità che naturalmente verrà chiamata bugia?  Per lasciare il segno di una coltellata sulla schiena della mia terra? Per baciare sulla bocca un uomo e sentirmi bene? Per scrivere un libro con l’inchiostro simpatico così non lo leggerà nessuno? Per innamorami di te ogni volta che riesco a farti ridere? Per correre come un pazzo ancora una sola volta? Per dire a tutti che niente. Non hanno capito niente. Di me. Per leggere una favola a una farfalla prima che scolori? Per cantare il silenzio? Quanto tempo mi resta prima di andare via?

Tratto da: “HO SCELTO DI SBAGLIARE” (IL LEGGIO)

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz