DALL’EROINA ALL’LSD NON MI SONO FATTA MANCARE NIENTE – di Matteo Venturini

 

Calcutta? Mai vista! Giravamo tutto a Hollywood e in più avevo delle controfigure.

Non sopportavo il momento del trucco, le prove, i ripetuti CIACK e molti registi l’hanno provato con me.

Sono scesa, agli inizi della farsa a compromessi di varia natura e ho dovuto fare cose “particolari”. Le comparse, anche, m’infastidivano e ho usato alcol, eroina e cocaina in certi festini e anche nella vita di tutti i giorni.

Oltre alle comparse m’infastidiva il fatto che ero entrata talmente tanto nel ruolo e nel personaggio che non riuscivo a ritagliarmi altri spazi, altre parti. Il mio personaggio era inflazionato e di questo ne ho sofferto parecchio. Per vivere questo contrasto interiore ho usato LSD.

Per quanto riguarda Diana, l’ho vista solo una volta e per un quarto d’ora. Giusto il tempo di girare quattro scene in velocità che poi sono quelle che propongono continuamente i MEDIA.

Ho vissuto nel lusso più sfrenato vale a dire case ovunque, uomini, donne, vini di ottima qualità, salotti bene…

Ho avuto quattro figli: tre femmine e un maschio da quattro uomini diversi.

Un italiano, in arabo, un giapponese, un americano.

Maria, la prima, ha deciso di cambiare sesso e ora si chiama Mario.

La seconda, Maddalena, per un periodo ha fatto la ESCORT poi ha conosciuto un magnate greco e si è data al gioco d’azzardo.

Soffre di ludopatia.

La terza, Agnese, in preda a deliri atipici e non conformi alla norma è deceduta durante un esorcismo praticato da un prete, credo, che usava metodi e modi che scivolavano in pratiche sessuali del tutto simili a quelle dell’evoluzione della Bestia Stessa.

Giovanni, il più giovane, gioca a Sanremo.

I miei contratti (e i miei contatti) mi hanno portato a lavorare con alcuni potenti della Terra, relazioni che confondevo con la sceneggiatura preconfezionata della mia vita.

In questi ultimi anni come da trasposizione mi son servita di una redenzione lampo che ha fatto alterare il mio decadente Ego in Vaticano dove i corvi che vi dimorano hanno smembrato ciò che restava della mia illusione cattolica vomitandomi nell’attuale scenario del l’integralismo.

Sono morta.

Più di prima.

 

Per un difetto di forma

ho meritato i miei castighi.

 

Teresa

 

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz