NON E’ UN RAZZISTA. E’ UN TERRORISTA NERO – di Andrea Purgatori

Primo. Definiamo quel razzista come va definito: un terrorista.
Secondo. Definiamo chi prende le distanze da quello che è successo con un però: è un irresponsabile, peggio se politico.
Terzo. Definiamo il nostro rapporto con l’immigrazione: dal punto di vista dei governi, tutti, è stato un disastro italiano.
Quarto. Definiamo il fenomeno: un’invasione? Ma per favore: 130mila migranti su 60 milioni di italiani, un invasione?
Quinto. Definiamo una via d’uscita: il blocco navale, rispedirli a casa, sparargli? O provare a fare una politica seria di inclusione senza specularci sopra? L’ultima che ho detto.
Sesto. Definiamo la campagna elettorale sulla pelle dei migranti: una mascalzonata e un inganno per gli elettori.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz