ARRIVANO LE CAKE NEWS – di Enrico Nascimbeni

Stanno arrivando le elezioni. Sui social le fake news (amando l’italiano mi piace chiamarle “notizie false”) stanno fioccando come fioccava nei natali di tanti anni fa. Questa criminale forma di comunicazione trova terreno fertile su un’utenza che troppo spesso usa il culo al posto del cervello. L’ignoranza dilaga inarrestabile e gli imbecilli che Umberto Eco ben descrisse… hanno vinto. Ci credono. I tapini. Ci credono subito senza verificare. Ed espandono (condividono) questo virus come pestilenza telematica. Non c’è scampo.

Ora si fa avanti un nuovo-antico fenomeno mediatico. Che definirei le “cake news”. Pari al mormorio da bar di ubriachi marci. I beoti da social manco leggono più una notizia scritta da un giornale. Si fidano di una notizia scritta dal Mario Rossi di turno che la spara in un post come un missile terra aria. Perché oramai i beoti si fidano più del loro Mario Rossi con tanti like che di un giornalista professionista. E fanno male. Io non farei riparare l’auto da un idraulico.

Ieri ho letto un Mario Rossi che diceva che i musulmani odiano i cani. Bella puttanata. Falsa. Però condivisa da 1400 persone.

Inshallah sono arrivate pure le cake news. Evviva. Di che sapore sappiano queste dolci notizie e che odore abbiano lo lascio alla vostra fervida immaginazione. Si si. Sanno e profumano di merda, se qualcuno avesse un dubbio.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz