NUOVI MENESTRELLI & VECCHI GATTOPARDI – di Stefano Pazzaglia

I tedeschi sono tedeschi c’è poco da fare. Ovvio direte. Ma perché i teutonici ci hanno messo sei mesi per fare un accordo di governo mentre i nostri nuovi eroi in una notte hanno trovato l’accordo sui presidenti delle camere e pare anche sul futuro governo?

La risposta è semplice, perché loro sono tedeschi e noi italiani. La fiera dell’ovvietà direte.

I germanici anche in politica adottano il loro metodo. Non usano il famigerato manuale Cencelli (pare che a quelle latitudini sia del tutto sconosciuto) ma l’analisi dettagliata dei programmi dei partiti che andranno a formare la coalizione. Discutono riga per riga e producono un documento comune che sarà il programma di governo. Questo è il nocciolo di un inciucio in salsa teutonica. Facile capire che questa operazione necessita di parecchio tempo.

In Italia, da sempre e così sarà anche questo giro, è una questione di spartizione del potere. Quindi tre ministeri a te, quattro a me però ti do due sottosegretari, etc., etc.

Poi il programma si vedrà quello importa poco. S’aggiusta.

I tedeschi sono tali nel bene e nel male. E la storia lo insegna. Loro non crederebbero mai a un menestrello fattosi nuovo Savonarola. Probabilmente molto di più all’uomo d’ordine che promette rigore e disciplina con l’uso sistematico della ruspa.

Noi italiani siamo inclini alle svolte che non cambiano nulla. Siamo gattopardeschi. Diffidiamo di chi vuole cambiare realmente. Il referendum costituzionale ne è stata, a mio avviso, l’ennesima dimostrazione. Crediamo agli affabulatori e ai chiappa cucchi. E poi siamo creativi, il fascismo è stato un modello per gli altri totalitarismi europei del Novecento. In quel caso però la cosa è sfuggita di mano e il cambiamento c’è stato, e drammatico.

Ora abbiamo generato questo nuovo grande movimento, senza simili nel continente, che ha radici nel disagio popolare e nelle periferie dove la crisi ha picchiato duro. Soprattutto nella grande periferia nazionale che è il meridione.

Il nuovo soggetto politico non ha una connotazione precisa e non è né di destra né di sinistra e neanche di centro. Un culo buono per tutte le mutande insomma. Elastico, plasmabile alle esigenze e circostanze. Moderno e quindi tecnologico. Ha imparato meglio di tutti a deformare la realtà a proprio uso attraverso i social. E poi ha cavalcato il cavallo vincente che si chiama antipolitica.

Vedremo se le nostre intenzioni, cambiare tutto perché nulla cambi, saranno rispettate o se finirà come nel secolo scorso e le cose ci sfuggiranno di mano.

Qualcuno sostiene che siamo entrati nella terza repubblica. La prima non è stata un granché e la seconda peggio. Vedremo se riusciremo a invertire il trend.

 

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz