“BERLUSCONI (POLITICO) E’ COME UNA SCATOLETTA DI SALMONE SCADUTO” – di Nicola Forcignanò

Berlusconi (politico) è come una scatoletta di salmone scaduto, dimenticata nel frigo da Capodanno. Penso che con la frase sui cessi di Mediaset da pulire si sia messo da solo una lapide sulla testa. “Qui sotto giace uno che voleva fare lo statista”.
Poi, arriva la sentenza di Palermo. E ti chiedi: sono venticinque anni che i Tribunali fanno di tutto per scoperchiare la tomba e, senza rendersene conto, riescono nel miracolo della resurrezione. Come questa volta, senza uno straccio di prova, ci vendono la storiella di Berlusconi che tratta con Riina (senza bacio, al Silvio piacciono le mignotte).
Spendono un patrimonio, anni di lavoro, e non hanno nemmeno un teorema valido.
E questa, la sentenza, arriva in un momento molto delicato della vita politica del Paese. Certi di averlo sputtanato, alcuni magistrati pensano di metterlo così fuorigioco. E non si rendono conto – da venticinque anni – che la gente ne ha le scatole piene di questa giustizia telecomandata. E pure dei magistrati che sono diventati meno credibili dei politici.
E, alla fine, tra un Di Matteo e il salmone scaduto, preferiscono aprire il frigo.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz